12 maggio, la Festa Liturgica ad Agira

  • Home
  • 12 maggio, la Festa Liturgica ad Agira

12 maggio, la Festa Liturgica ad Agira

La festa del 12 maggio è preceduta da sette mercoledì di preparazione, durante i quali viene celebrata la Santa Messa presso la “Grotta di San Filippo”. Il triduo, celebrato in Abbazia, viene organizzato dalle tre differenti comunità pastorali di Agira. Le celebrazioni liturgiche della vigilia hanno il loro fulcro nella celebrazione eucaristica serale. Dopo la Santa Messa, ha inizio la processione con l’urna delle reliquie che giunge sino alla Chiesa di Sant’Antonio di Padova, dove vengono celebrati i primi vespri. Al rientro in Abbazia, viene solennemente svelata la statua di San Filippo dalla sua cappella, condotta poi trionfalmente sino all’altare maggiore, tra i canti e le preghiere dei devoti. La mattina del 12 maggio vengono celebrate diverse messe a cui partecipano numerosi fedeli. A mezzogiorno, la statua del Santo viene portata in processione fino alla Chiesa di Santa Margherita. Nel pomeriggio, la statua del Santo si porta nella Chiesa di Santa Maria Maggiore dove viene celebrata la Santa Massa. A calar del sole ha inizio la solenne processione, con la statua e il braccio reliquiario, che percorre le vie principali della città e arriva all’Abbazia. Durante questa processione, ma anche in tutta la settimana che precede la festa, è possibile incontrare coloro che sciolgono il voto e/o chiedono la grazia al Santo, portando la torcia, spesso a piedi scalzi. Alla fine della processione, dopo lo spettacolo dei fuochi pirotecnici, i devoti, riuniti nell’Abbazia, assistono alla velata del simulacro per essere poi benedetti con l’insigne reliquia del Santo esorcista.

di Danilo Alleruzzo

Foto di Rossana Brancato